Chi Sono

Nato nel 1982 e da sempre residente a Como, fin dalla giovane età appassionato di politica nel senso “pericliano” del termine.

Da bravo giovane licelae ho fatto tutta la routine di occupazioni, manifestazioni e assemblee… ma già allora un tarlo di “non conformismo” si stava insinuando: ricordo una “occupazione” al liceo per protestare su nonricordocosa giusto a ridosso delle vacanze (peraltro caldamente spalleggiata dai prof) … bene io me la sono fatta in classe (un po’ perché non condividevo affatto di trasformare lo strumento di protesta in uno strumento di vacanza un po’ per costringere i prof a fare il loro lavoro)

Come tutti i giovani di sinistra tra liceo e università mi son fatto la gavetta con varie manifestazioni (principalmente CGIL) a Roma, Firenze, Milano, Como, Marcia della Pace Perugia-Assisi, ecc … Genova no perché il militarizzare il capoluogo ligure mi sembrava una idiozia (come in effetti è stato)

Elettore di Rifondazione Comunista fino a che c’era Bertinotti ho abbandonato falce e martello quando mi sono accorto che la volontà non era progredire quanto piuttosto restare fermi e radicati su convinzioni sempre più anacronistiche.

Mi avvicino allora a Italia dei Valori condividendone le idee e la volontà di essere un partito “postideologico” ne di destra ne di sinistra ma che portava avanti la sua battaglia politica sui contenuti.
In IdV ho ricoperto il ruolo di vice coordinatore Provinciale e ho cercato di fare crescere il Partito sul territorio, facendo le nottate per i referendum e per presentare le liste.
Ho anche avuto la possibilità di candidarmi alle elezioni ammnistrative del 2012 per il Comune di Como come capolista IDV all’interno della coalzione di centrosinistra (anche se in questa occasione ho inziato a prendere una posizione critica circa le scelte adoperate in campagna elettorale dal partito)

Quando Italia dei Valori ha iniziato a votare “per partito preso” con l’occhio più puntato alla propaganda elettorale e mediatica che ai contenuti ho capito che iniziava ad andarmi stretto e dopo un periodo di stasi, in occasione della decisione di dar vita al progetto Rivoluzione Civile ho abbandonato definitivamente IdV.

Alle elezioni del Febbraio 2013 ho votato PD perché ritenevo che il sig. Bersani potesse fare qualcosa di positivo per l’Italia. Deluso dalle scelte compiute dal sig. Bersani non ho più sostenuto apertamente alcun candidato anche se ho guardato con crescente ammirazione il progetto politico portato avanti dal sig. Renzi.

Attualmente oltre ad essere tesserato PD sono membro dell’associazione Noi della Lombardia e mi dedico alla politica, locale e nazionale, per passione e sempre nel senso “pericliano” del termine.

Nel marzo del 2017 ho deciso di candidarmi nelle file del Partito Democratico per le elezioni amministrative tenutesi l’11 Giugno anche se purtroppo la Città non ha scelto il nostro gruppo per governare i prossimi 5 anni.
Con la colazione di centrosinistra ho contribuito alla stesura del programma coordinando il tavolo di lavoro programmatico su Sport, Ambiente, Energia e Verde.

Mi piace la discussione, purché civile, e spesso cerco di stimolarla anche con messaggi un po’ provocatori e sono affascinato dal sapere come gli altri la pensano su un determinato argomento … a maggior ragione se io non ho le idee chiare oppure se una cosa mi perplime.

Scrivo quello che penso, perché penso quello che scrivo e -magari peccando di presunzione- non mi importa minimamente del giudizio che gli altri danno su di me … basta cambiare pagina del browser se non si vuole leggere quello che scrivo.

Spesso mi sento dire che, sostenendo l’attuale PD, ho rinnegato il mio passato politico pià a sinistra.
Io non rinnego proprio nulla, perché è il passato che mi ha portato ad essere quello che sono adesso.
E finché ne avrò la possibilità continuerò sempre su questa strada, dicendo le cose come le penso senza aver paura di essere scomodo.

Como, 22.07.2017

Annunci